sabato 30 gennaio 2016

AAA... manifestanti cercasi !

Le solite chiacchiere da bar, ma forse al bar, tra un bicchierino e l'altro ecco che la verità spunta sempre.
Manifestazioni in giro per le piazze per diritti civili, per cagnolini abbandonati contro la destra, contro la sinistra, contro il centro... vetrine rotte fanno parte della nostra storia, il G8 il G 10 il G 11 e via così all'infinito, ma la domanda che ci si pone, sempre con un bicchierino in mano è questa:
Ma i manifestanti, anche quelli violenti, sono pagati da qualcuno?
Beh, se facciamo qualche passo indietro... vediamo una Milano con le vetrine delle banche frantumate, con auto bruciate, a Roma vediamo sampietrini che volano, bottiglie lanciate e manifestanti che lottano contro la supremazia delle banche.
ed ecco che al bar la risposta arriva veloce, da parte di un vecchietto che prende la minima di pensione e che annega il suo passato in parole scritte sui tovaglioli di una vecchia locanda.
"Certo che son pagati, mi scusi... ma secondo lei dove sono questi col fallimento e le fregature delle banche negli ultimi tempi?"
Lo guardo, effettivamente ne ha passate di stagioni quel poveraccio, eppure ha ragione.
Il Crack delle banche, il suicidio di quell'uomo che si è visto togliere anche la dignità... le piccole dimostrante dei correntisti... non hanno mosso alcuna manifestazione, non hanno riempito di cappucci neri le piazze italiane che (secondo loro) in tempi sospetti manifestavano contro proprio quella supremazia bancaria che alla fine... ha messo in ginocchio decine, centinaia, migliaia di correntisti!
Ha forse ragione quel vecchio... che tra il bicchierino di vino e un sorriso sdentato aggiunge: "E sto pazzi che mi disfano le vetrine dove erano quando le banche han fatto saltare tutto e c'hanno fregato i risparmi?"
Già... forse nessuno ne ha parlato, forse nessuno ci pensa, ma quel vecchio ha ragione e allora: AAA Manifestanti cercasi!

domenica 24 gennaio 2016

L'Aquila e la Colomba ... Citerna Fighille e Sorci nei ricordi della storia.

Siete mai stati in quell'angolo di Paradiso che unisce (o divide) l'Umbria dalla Toscana?
Citerna, arroccata sulla collina, con un panorama mozzafiato e con i suoi camminamenti medievali, Fighille, con la sua cava d'argilla risalente al periodo romano, con il Santuario di Petriolo, col piccolo Museo che ogni anno porta migliaia di opere d'arte da tutta Italia e poi Sorci, con la sua storia misteriosa, col fantasma di Baldaccio e con le stanze ancora integre del '400?


Mi space per Voi, allora, vi siete persi un qualcosa di particolare, ma siete sempre in tempo a recuperare, soprattutto pensando che sta per arrivare la primavera e... ve lo assicuro, quando le piante cominceranno a rinascere, quando i campi cominceranno a reinverdire... ecco che potrete seguire i percorsi della storia gustando prelibatezze straordinarie di una cucina tipica umbro-toscana che a me sempre gusta.


L'Aquila e la Colomba è il mio ultimo romanzo, che entra sempre a far parte del filone "Local thriller" coinvolgendo il lettore proprio in quei luoghi descritti e in quelle parsimoniose descrizioni che si possono ammirare proprio viaggiando in quei luoghi.
Fighille e Sorci sono i protagonisti indiscussi, angoli di verde e di cultura che videro, durante gli anni della guerra un andirivieni di tedeschi, partigiani, uomini civili e donne che lavoravano per sopravvivere. Ma qui ci fu anche qualcosa di differente, come nella copertina del libro abbiamo segnalato: una piccola stazione, che la fantasia dell'autore ha riportato in auge descrivendola come il punto di scambio merci dei treni che, lentamente e di soppiatto, salivano con i loro carichi di opere d'arte rubate in giro per l'Italia.


Ed ecco che, dopo aver letto il romanzo, il lettore si ritroverà tra storia e realtà a confondersi con l'invenzione letteraria, ma avrà la possibilità di conoscere, di scoprire, di visitare questi luoghi ancora intatti che l'abile cura dei cittadini, delle associazioni e delle pro loco sta mantenendo al fine di farli conoscere nel migliore dei modi.


Luoghi fantastici, misteriosi... documenti particolari che nel libro sono descritti per far conoscere, per coinvolgere, per far riflettere e, soprattutto per invitare a vedere queste terre.

Un finesettimana da fare appena il tempo lo permetterà, sentendo i profumi della terra, assaporando i sapori del luogo e poi, lasciandosi trasportare dalle meraviglie che, vi assicuro, non deludono mai.


Dunque vi aspetto... seguite gli eventi che organizzeremo nella primavera-estate di quest'anno e vi assicuro... che tornerete a casa consapevoli che questa zona... è un Paradiso da tutelare!


venerdì 22 gennaio 2016

Petrolio benzina benzina petrolio... sconforto totale!

Non si capisce veramente nulla, si parlava l'altro giorno e tra un prosecco e l'altro ho solo capito che la gente da bar a volte ne capisce più di mille azzeccatissimi professori...

Radio, la scorsa settimana... mega intellettuali economisti spiegavano che non è così semplice, se il prezzo del petrolio (dollari) scende, il prezzo alla pompa di benzina non può scendere subito, servono adeguamenti particolari che vengono prodotti da mille fattori, euro/dollaro in primis, poi l'economia mondiale e tante altre calzate, fatto è che con il barile a 31 dollari si trovano ancora (in autostrada soprattutto) distributori che lo mettono a 1,28 al litro (se non prendete la brennero dove sono star carissimi!).
Vabbè ok accetto queste idee e queste spiegazioni e, come per incanto ecco che improvvisamente il tipo dice che anche se dovesse salire, i distributori farebbero lo stesso identico lavoro e ci vorrebbe almeno una settimana per un piccolo rialzo di adeguamento!

Ne parlavamo dunque al bar e tra un "vaffa..." e un "ma questi ce pijano per er culo" ecco che ieri il petrolio tocca il suo minimo a 29 dollari il barile!

Prezzo alla pompa sceso? No... ma secondo quel mega intelligente era ovvio, ci voleva l'adeguamento statico proporzionale a chissà quale studio particolare, fatto è che oggi improvvisamente il petrolio è risalito a 31 dollari e... i distributori si sono immediatamente adeguati, quello vicino a casa che ieri era a 1,189 ecco che oggi, appena dopo il Tg delle 07.30 ha modificato a 1,199 il litro!

Adeguamento immediato e allora...

avevano ragione al bar, altro che mega ospitate di super intelligenti.... "ma vaffa..." ecco la verità!

Ops un questito mi si pone immediatamente nella zucca: se il petrolio dovesse risalire ipoteticamente a 100 dollari? pagheremmo il gasolio 1,999 ?

Adeguamento gente, adeguamento!

martedì 19 gennaio 2016

CIO' CHE DANTE NON HA VISTO - l'inferno -

Tutto quello che sappiamo, tutto quello che conosciamo, tutto quello che ci è stato detto, ho scoperto esser stato anche tratto dalle testimonianze dei due sopravvissuti ad Auschwitz di origine Slovacca, di cui Alfred Wetzler che subito dopo la seconda guerra mondiale ha dato alle stampe la sua storia.


Numeri, parole, pensieri e poi testimonianze dettagliate che permisero successivamente di abbozzare ciò che al processo di norimberga divenne fondamentale per accusare i medici, i responsabili e tutti i carnefici che per anni oprarono all'interno di Auschwitz II.
Finalmente, dopo anni di lavoro, grazie a due grandi traduttori, Karolina D'Alonzo Bukovicova e Giacomo Vit, ecco che vede anche in Italia, in esclusiva per edizioni A.Car, tutta la storia, tutta la documentazione, tutto quello che si doveva sapere.


CIO' CHE DANTE NON HA VISTO - L'Inferno -
isbn: 978886490130-5
euro 19.50
con fotografie
pagine 536



Alfréd Wetzler era un vero eroe. 
La sua fuga da Auschwitz, e il suo rapporto in particolare, ha per la prima volta in assoluto raccontato la verità su quel campo di concentramento come luogo di sterminio di massa, salvando le vite di 120.000 ebrei: ebrei di Budapest, destinati alla deportazione verso la morte. Non vi è stato nessun altro individuo che abbia salvato con la propria azione durante la Seconda guerra mondiale così tanti ebrei davanti al destino che gli era stato  predeterminato da  Hitler e dai rappresentanti delle SS.
In questo libro viene raccontata la storia di Wetzler, che narra la realtà di Auschwitz, nonché la sua drammatica fuga. 
Contiene importante materiale anche su Rudolf Vrba, fuggito insieme a lui.  
Quella volta, o forse anche successivamente, né l’uno né l’altro sapevano della portata e delle conseguenze di quel rapporto. 
Grazie ad esso, sono state salvate molte vite. Il 4 giugno 1944, quasi tre mesi dopo la fuga dei due ebrei slovacchi, prigionieri ad Auschwitz-Birkenau dall’estate 1942, è giunta al Ministero degli Esteri di Londra una breve comunicazione la quale svelava che “la sconosciuta destinazione ad est”, dove fino allora erano stati trasportati centinaia di migliaia di ebrei,  era il campo di Auschwitz-Birkenau, sorvegliato dalle SS.
La comunicazione mandata quel giorno a Londra era un riassunto telegrafico del rapporto, alla redazione del quale ha contribuito notevolmente Alfréd Wetzler, in particolare con la descrizione dettagliata del metodo e della vastità dello sterminio di massa ad Auschwitz durante i precedenti due anni. 
L’aggiunta al rapporto, scritta da Czeslaw Mordowicz e Arnošt Rosin, due ebrei fuggiti dal campo dopo Wetzler e Vrba, ha svelato che gli ebrei ungheresi trasportati 

- da un estratto del libro


Qui sopra l'estratto italiano e la copertina originale nella versione inglese.

CIO' CHE DANTE NON HA VISTO
isbn: 978-88-6490-130-5

disponibile in anteprima su:
www.edizioniacar.com


venerdì 13 novembre 2015

Ed ecco che passa il ponte sullo stretto!

Leggo i giornali la mattina presto, mi piace vedere on line le letizie che appaiono e poi miracolosamente scompaiono dopo poche ore...
Oggi leggevo della cessione dell'azienda italiana che ha vinto l'appalto per la costruzione del ponte sullo setto ed ho appreso che l'AD è disposto a ritirare la penale a patto che il governo dia il via libera per la costruzione di questo famigerato ponte.
Guadagno? Tutto sommato pagheremmo di più con la penale, dato che l'assicurazione dell'AD è quella di pagare i lavori con sovvenzioni private, a patto, sue parole che venga data all'azienda la cessione di sfruttamento per i prossimi cinquant'anni.
Beh, riflettevo... nulla di che, anzi sarebbe una bella cosa se non avessi immediatamente pensato poi che siamo in Italia e che quei famigerati lavori porterebbero ad un'innalzamento vertiginoso dei costi, ad arresti e poi a  controlli perché qualcosa di pericoloso sarebbe stato nascosto nei terrapieni di contenimento.
E' un peccato che qualsiasi opera italiana non porti a nulla di buono se non a mazzette ed arresti, però ho sempre la speranza di vedere un lavoro mastodontico come quello del ponte riuscire a brillare sullo stretto, affinché anche gli stranieri che hanno i mega grattacieli, le mega gallerie, le mega ferrovie, le mega astronavi... per una volta non ci piglino per il culo ma ammettano che la nostra eccellenza italiana non serve solo a loro, ma porta benefici anche a noi!

mercoledì 11 novembre 2015

Dagli Atti...ci degli Apostoli!

Ogni tanto cambia strada, ogni tanto il pensiero Santo viene coinvolto in qualcosa che va oltre la normale credenza popolare e l'uomo... diventa uomo, nella carne e nel portafogli!
Ma non c'è da stupirsi di questo... mio nonno diceva sempre che il mugnaio s'infarina a furia di stare nel mulino... e purtroppo il Dio Denaro fa queste cose!
E ci si scandalizza? Ma dai, tutti ipocriti, in politica  rubano, le aziende falsificano i prodotti per guadagnare meglio, in chiesa spariscono soldi alcune si prostituiscono, altri spacciano, i ladri son impuniti e i poveri cristi boccheggiano dalla fame.
Un mondo inverso fatto di tutele ambientali assurde (se poi pensiamo che in Cina la più grande nube di smog al mondo si muove lenta sulle teste dei propri abitanti) tuteliamo i cagnolini, giustamente, ma con eccesso di ira entriamo nelle proprietà altrui e poi ci condannano tra urla e disperazioni... boh... abbiamo perso un qualcosa di unico che avevamo, l'umiltà etica del popolo che sa dove andare.
Noi oggi non lo sappiamo, non possiamo metter un cappotto col pelo che ci azzannano gli animalisti, non possiamo mangiar carne che ci condannano i vegani, non possiamo ridere al gay pride che ci insultano di omofobia, non possiamo difenderci dai ladri che veniamo accusati di impeto furioso nel proteggere le nostre proprietà... e dunque di che ci stupiamo?
Gente che ammazza i genitori perché non possono giocare al Pc... e parlo di computer non di ex Partico Comunista, anche perché di quegli ideali nulla è rimasto se non l'idea di incassare il più possibile facendo credere che tutto sia ancora possibile... e nascono le feste dell'Unità dove girano soldi in nero a più non posso, ma nessuno se ne accorge, o meglio se ne accorge sin quando qualche grande potere cadrà come succede a cicli continui... i Rave party? Meglio non toccarli, tutti abusivi, senza norme né leggi e poi se facciamo musica in casa si presenta la Siae col conto... assurdo, ma stiamo davvero credendo alla farsa che quei poveri preti con l'attico han fatto qualcosa di male?
Beati loro che se lo sono permesso sino ad ora e... cosa cambierà? Nulla, andremo a prendere i nostri figli a scuola col SUV parcheggiandolo sulla pista ciclabile poiché è vicina all'ingresso e poi... di corsa in palestra a tonificare il bel culo con il tatuaggio impresso sperando che qualche baldanzoso trainer possa guardare il nostro corpo e sorridere sapendo che invecchiamo come idioti, senza spirito, ma euforici perché domenica si andrà tutti in montagna dove lì sì che la natura è ancora pura.. non in città, ma se non c'è parcheggio... non posso arrivare al negoziato che tanto mi piace.
Una piccola elemosina, ma non alla chiesa, a parte che le mie amiche e i miei grandi colleghi sono iscritti a questa immensa associazione benefica che un domani verrà chiusa lasciando tutti col naso all'insù... mentre i nostri soldati ancora stanno in quel cazzo di India senza che le buone parole, parole, parole... dei nostri dirigenti politici saliti al potere senza voto popolare, alla faccia della democrazia... possano ancora colpire nelle serate davanti alla tv di stato in cui solo i soliti noti son sempre invitati.
Discorso senza senso? E perché la vita quotidiana ha senso? 
Vabbè non scandalizziamoci se predicano bene e razzolano male, in fondo è la vita dell'uomo ad esser così e, purtroppo, in Italia sembra anche accentuata!

giovedì 29 ottobre 2015

Notte di Halloween al Castello di Sorci... tra libri, mistero e realtà!

Rosso come il fuoco... pauroso come la notte... silenzioso come la morte... ecco il connubio perfetto per la notte più paurosa dell'anno.
Anche quest'anno oltre duecento persone parteciperanno al grande evento che porterà il pubblico presente a vedere le famose stanze del '400 all'interno del vecchio Castello di Sorci (AR) in terra d'Anghiari.


Amos Cartabia, scrittore di professione ed autore di "NOTTE DI SANGUE AL CASTELLO DI SORCI" e "FANTASMI E SEGRETI AL CASTELLO DI SORCI" sarà presente per dei giri notturni tra le antiche mura e coinvolgerà il pubblico con tutte le leggende, le storie e le misteriose parole che ha raccolto nel tempo nei suoi volumi.


Parliamo però con l'autore:
"Castello di Sorci... una leggenda che si sviluppa negli anni, ma lei crede veramente al Fantasma di Baldaccio?"

Credere al fantasma? Boh, oggigiorno posso sospirare mentre rispondo in quanto, dopo anni che vado in questo fantastico posto posso ammettere che a volte qualcosa di strano accade... ho visto nel tempo gente preoccupata, suggestionata e poi anche impaurita; ho sentito strani rumori di notte, ho scoperto che esiste un mondo legato al paranormale che coinvolge esperti di ogni genere e, purtroppo, questi esperti son quelli che mi han fatto toccare con mano cose che "naturalmente" non possono accadere!

"In che senso?"

Noi siamo razionali, l'essere umano in genere è razionale e, se sai di essere in un luogo da solo, completamente solo, senti un rumore, cerchi in tutti i modi di associarlo ad un qualcosa di reale, che ne so un animale, un qualcuno che passeggia... però quando sei sveglio e senti dei passi esci e vedi nelle stanze che non c'è nessuno... qualche domanda te la fai!


E vi assicuro che quando capita... una sensazione di impotenza pervade tutto il corpo; cerchi delle spiegazioni e alla fine... pensi che non possa succedere quello che invece sta succedendo.

"Capita spesso?"

No, anche se negli ultimi tempi, negli ultimi due anni, dalla scomparsa dei proprietari, si sentono cose più forti...

"Cose?"

Beh io non so cosa sono, a volte sensazioni, come se qualcuno fosse dietro di te, a volte rumori di passi e ho raccolto tantissime testimonianze di gente che ha sentito voci. Persone che tra di loro non si conoscono, in momenti differenti e tutti dichiaravano di aver sentito la stessa frase.

"Cioè?"

Una voce di donna che diceva: "Chi c'è? Chi siete?"
Una cosa strana, un gruppo me lo ha riferito verso aprile di quest'anno, un uomo che non riusciva a dormire ha sentito la stessa cosa a giugno ed alla fine i ragazzi del gruppo GHR hanno sentito una notte la stessa medesima cosa.


"Ecco, parliamo della prossima notte di Halloween, questo gruppo sarà presente. Ma chi sono, come operano?"

Allora, innanzitutto, sempre da scettico sulla faccenda devo dire ed ammettere che il gruppo è ben organizzato; lo fanno in maniera VOLONTARIA e lo sottolineo, nel senso che nessuno li paga per fare queste ricerche e loro hanno tutta la strumentazione necessaria dalle macchine a infrarossi, a quelle ultraviolette, strumenti audio particolari ed altri accessori che non conosco, ma che ho visto in parecchie trasmissioni televisive. Sono di Roma e hanno all'attivo parecchie ricerche, addirittura in Campidoglio e in abitazioni private. A Sorci sono arrivati da un anno e, assieme ai proprietari abbiamo notato la loro serietà, sia nel dare poi immagini e materiale raccolto, sia nello smontare certe immagini che venivano inviate da turisti e confermarne altre. La notte di Halloween, su mia richiesta (loro non volevano) ho pensato di far montare tutta l'attrezzatura per far conoscere alla gente come un gruppo serio lavora in questo campo.


"Per cui ci consigli la serata di halloween al Castello di Sorci?"

Assolutamente sì. Io racconterò le leggende che da secoli aleggiano attorno a questa struttura, anche cose simpatiche, poi faremo un giro nella famosa stanza di Baldaccio e nei saloni di Annalena e alla fine... accompagnerò la gente nella stanza del camino dove i ragazzi del GHR faranno toccare con mano (al buio) come si opera in una struttura come quella di Sorci.

"E se uno è ... già timoroso?"

Lo sconsiglio, la suggestione fa anche brutti scherzi... poi vedere dai monitor cosa può apparire... beh lascia l'amaro in bocca.

Ottimo, allora tutti a Sorci per la notte delle streghe!

Un consiglio... meglio prenotare!

www.castellodisorci.it
info@castellodisorci.it